(Jamma) – Nel Comune di Pompiano, la giunta guidata da Serafino Bertuletti ha ampliato l’elenco dei luoghi sensibili anti-slot previsti dalla legge regionale entrata in vigore nel 2015, rendendo di fatto impossibile installare nuove macchinette sul territorio. Inoltre, per chi sceglierà di disinstallare quelle rimaste attive, ci sarà uno sconto sulla Tari del 15%.

«Abbiamo aggiornato la lista, già parecchio lunga, delle strutture nei pressi delle quali è vietata la collocazione di nuovi apparecchi per il gioco d’azzardo – spiegano il sindaco Bertuletti e il suo vice Simone Bettoni -. Oltre a impianti sportivi, luoghi di culto, sedi di associazioni, centri di aggregazione giovanile e scuole, nei luoghi definiti sensibili abbiamo deciso di comprendere anche asili e chiesette poco frequentate. In pratica nessuno potrà più installare slot machine o aprire centri di scommesse entro una distanza di 500 metri da queste strutture».

«Con l’introduzione di questi nuovi limiti possiamo affermare con orgoglio che a Pompiano è impossibile installare nuove apparecchiature – continuano -. Oltre a quelli già esistenti quindi in paese non si potranno installare altre slot machine». Non solo: con lo sconto Tari la Giunta punta a eliminare dal paese anche le poche slot (i dipendenti comunali ne hanno contate 12) installate con regolare permesso prima del 2014.

Commenta su Facebook