Cruciali le votazioni del pomeriggio al ddl in materia di gioco d’azzardo all’esame del Consiglio Regionale del Piemonte. In serata, con 23 voti a favore, è stato votato l’emendamento al testo del ddl che consente l’installazione degli apparecchi nei locali di nuova apertura, compresi i bar, nel rispetto del distanziometro.

Con un emendamento successivo è stata fissata una regola di contingentamento, ovvero non è consentita l’installazione nel caso in cui l’esercizio abbia una area inferiore ai 25 metri quadri. Un apparecchio se l’area è compresa tra i 25 e i 50 metri quadri e due apparecchi al massimo oltre i 50 mq. “Questo emendamento ‘copre’ la misura che e’ stata approvata e che di fatto riapre al gioco, qui siete in maggioranza, ma in minoranza fuori da qui”, ha detto in consigliere Gallo (PD) esprimendo la sua contrarietà.

Per il consigliere Bertola (M4O) “nonostante le audizioni e i presidii dei primi cittadini piemontesi, viene tolto di fatto potere decisionale ai sindaci: le apparecchiature dovranno essere spente ‘tassativamente’ dalle 2 alle 10 nelle sale slot e dalle 24 alle 8 e dalle 13 alle 15 nelle sale scommesse. Solo i gestori potranno decidere di chiudere prima. Eppure era stato un emendamento dell’assessore di FdI Maurizio Marrone a chiedere di ridare la possibilità ai sindaci di porre restrizioni, soprattutto per il rischio di infiltrazioni mafiose, ma l’emendamento con il canguro è scomparso. E meno male che l’uso del canguro dovrebbe nascere proprio dall’intenzione di esprimere l’orientamento finale e riassuntivo di tutta la Giunta! La Lega sta davvero tirando troppo la corda, tira dritto per la sua strada e se ne infischia delle fratture che sta creando con il mondo del terzo settore, con le minoranze e pure con i suoi stessi alleati”.

La maggioranza ha al momento approvato gli emendamenti conclusivi di Giunta fino a quelli relativi all’art.13. Su alcuni emendamenti conclusivi è stata effettuata una votazione segreta su richiesta dei gruppi di opposizione. Il Consiglio è convocato anche in seduta serale fino alle ore 24.