“Altro tema sul quale la maggioranza tentenna è la sensibilizzazione sui rischi del gioco d’azzardo patologico, vista la modifica che vogliono approvare della legge non ci stupisce, ma noi continuiamo a ritenere che il GAP sia un dramma sociale e che vada affrontato partendo anche dalle scuole. Non inserirlo esplicitamente nella delibera “criteri per la realizzazione e la promozione di azioni volte a garantire e migliorare i livelli di qualità dell’offerta formativa ed educativa nelle istituzioni scolastiche del Piemonte” lo troviamo inaccettabile ma coerente forse alla volontà di allargare il gioco d’azzardo in Piemonte”. Così in una nota i consiglieri regionali del Pd in Piemonte, Diego Sarno e Domenico Rossi.