Una petizione per opporsi alla modifica della legge regionale del 2016 in materia di gioco. L’ha lanciata Domenico Rossi, consigliere regionale del Partito Democratico. La discussa modifica è quella proposta dall’assessore regionale leghista Andrea Tronzano e inserita nella cosiddetta “legge Omnibus”, un emendamento che mira ad eliminare la retroattività delle norme entrate in vigore ad aprile del 2016, tra le quali il cosiddetto “distanziometro”, il divieto di installazione di slot machine e videolottery nei pressi di punti sensibili come chiese, scuole e sportelli bancomat.