“Ho riservato un’attenzione particolare alle battaglie che da sempre mi stanno a cuore come quella contro il gioco d’azzardo”, scrive in una nota il consigliere del Piemonte Domenico Rossi.

“Proprio su una di queste ho concentrato i miei sforzi: quella per la difesa della Legge Regionale per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico approvata all’unanimità nell’aprile 2016 e che la maggioranza intende modificare profondamente. In due anni il gioco d’azzardo è calato del 9,7% (a fronte di un aumento del 1,6% nel resto d’Italia) e le perdite dei cittadini sono diminuite di circa 500 milioni, passi avanti troppo importanti per vanificarli arrendendosi alle richieste del mondo dei produttori e dei gestori di apparecchi da gioco. Mi opporrò in aula e vi chiedo di sostenermi firmando la petizione che ho lanciato nelle scorse settimane che ha raggiunto quasi 3.000 firme”, conclude Rossi.