In Piemonte è possibile leggere e consultare giornali e quotidiani nei bar e negli esercizi pubblici ed è nuovamente ammesso il gioco a carte nei circoli ricreativi. Sono le novità introdotte dall’ultima ordinanza firmata dal presidente della Regione Alberto Cirio (nella foto), “alla luce – viene spiegato in una nota – dei pareri favorevoli del Settore Prevenzione dell’Assessorato regionale alla Sanità e degli esperti dei gruppi di lavoro tecnico-scientifici che ne hanno valutato la compatibilità con l’attuale situazione epidemiologica”.

Il Report 8 della Fase 2 trasmesso dal Ministero della Salute indica in Piemonte un basso livello di rischio e zero allerte. Per il gioco a carte sarà “obbligatorio indossare la mascherina, igienizzare frequentemente le mani e le superfici utilizzate, rispettando il distanziamento fisico di almeno un metro tra i giocatori delle stesso tavolo e tra tavoli adiacenti. Auspicabile, anche se non obbligatorio, l’utilizzo dei guanti monouso”.

Per la lettura dei giornali “si affida al gestore del locale l’obbligo di assicurare prima e dopo la manipolazione della copia la sanificazione delle mani degli utenti, che dovranno indossare obbligatoriamente la mascherina”. Al gestore viene anche “raccomandato di mettere a disposizione più copie della medesima testata e di rimuoverle a fine giornata”.