Il Psi Torino si “oppone vivamente all’assalto intrapreso dal governo regionale presieduto da Cirio, sul gioco d’azzardo. La legge 9/2016, istituita dalla giunta di centrosinistra capeggiata da Chiamparino, è considerata da più parti la migliore legge italiana di contrasto al gravoso fenomeno della ludopatia. La scorsa settimana la Lega ha deciso di presentare una proposta di abrogazione dell’attuale legge 9/2016, proposta dal consigliere Leone, invocando falsamente la tutela dei posti di lavoro nel settore. La legge 9/2016, impone giustamente il distanziometro, cioè 500 mt di distanza tra una sala slot e punti sensibili come banche, ospedali e scuole ed in più la retroattività, cioè tutte le attività anche quelle antecedenti al 2016, devono regolarizzare la propria posizione lavorativa in relazione alla legge.

La legge 9/2016 ha avuto un grande successo, con una contrazione del gioco d’azzardo è della ludopatia pari all’11%, quindi abbiamo davanti a noi una legge che funziona. La solita Lega, invece, brancolando nel buio, pensa prima all’aspetto economico e dopo al benessere dei cittadini. Come Psi Torino continueremo la nostra lotta nella difesa della legge 9/ 2016, perché non si deve mai scegliere fra salute e lavoro, ma la scelta giusta è quella che tutela la dignità umana”.