Prosegue il dibattito sulla Pdl 99 “Contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico” in Piemonte. La discussione al momento è ferma alle richieste di sospensiva, che sono state tutte respinte. Per quanto riguarda la richiesta di pregiudiziale avanzata dal consigliere Maurizio Marello (PD), che chiedeva di procedere con un passaggio del testo al Consiglio delle Autonomie Locali, il presidente del consiglio ha comunicato di “aver assegnato al CAL la richiesta di parere”, e appena disponibili si “forniranno aggiornamenti in merito”.

Gli emendamenti presentati, soprattutto dalle opposizioni, hanno superato quota 50mila. Anche contingentando i tempi e qualora fossero in buona parte ammessi, si tratta di una cifra che comporterebbe circa 130-150 sedute d’Aula per essere votata. Quindi i lavori dell’Assemblea rimarrebbero bloccati per oltre 6 mesi, riunendosi tutti i giorni lavorativi.

Nella giornata di ieri sono intervenuti i consiglieri di opposizione contestando la Proposta di legge e gli emendamenti presentati dalla Lega alla stessa, chiedendo – come detto – sospensive e inversioni dell’ordine del giorno, che non hanno però trovato accoglimento. Per la maggioranza è intervenuto Andrea Cane, difendendo il merito del provvedimento e negando qualsiasi intenzione da parte della Lega di concedere sospensive.