Il Gruppo Consiliare Partito Democratico ha indetto la conferenza stampa “#NoiNonStiamoAlGioco: Nessun passo indietro sulla legge a contrasto del gioco d’azzardo patologico”. Tema centrale delle dichiarazioni è stata la Legge Regionale n. 9/2016, nata con l’obiettivo di prevenire il gioco d’azzardo patologico (GAP), che rappresenta un vero e proprio dramma socio-sanitario al punto che il Ministero della Salute ha deciso di inserirlo nei LEA a partire dal 2017, facendosi carico delle persone che cadono in una situazione di tale dipendenza, senza contare i fenomeni correlati come quello delle crisi familiari e del sovraindebitamento.

A tal proposito il Consigliere Regionale Maurizio Marello ha dichiarato: «Difendiamo una legge approvata all’unanimità nel 2016 che deve essere applicata in ogni sua parte perché ha rappresentato un modello per molte altre regioni e sta dando risultati importanti nella lotta contro le ludopatie. La difendiamo dal tentativo della maggioranza che ha già proposto la modifica di questa legge il cui iter è già avviato in commissione. La piaga del gioco sta mettendo in ginocchio persone e famiglie e se da un lato lo Stato incassa parecchio dal gioco dall’altra spende non pochi soldi per fare fronte al disagio personale e sociale che esso provoca specie tra le persone più fragili».