Proseguono i lavori del Consiglio regionale del Piemonte sulla nuova legge per regolare il gioco d’azzardo e mercoledì 16 giugno il Cal, Consiglio delle autonomie locali, organo che rappresenta i comuni piemontesi, le provincie e le comunità montane e collinari, ha espresso parere contrario.

«È la terza proposta in un anno e la Giunta regionale vuole approvarla nelle prossime settimane per abrogare la legge 9 del 2016 che ha considerevolmente ridotto il gioco nella nostra Regione», commenta Maurizio Marello, consigliere regionale del Pd. «Spero che il presidente Alberto Cirio intervenga per fermare questo scempio voluto dalla Lega. Per il bene e la salute delle persone più fragili e delle famiglie. Non è questa la priorità in questo momento storico. Noi come Pd e opposizione di centrosinistra continueremo a lottare».