“La Giunta regionale del Piemonte è pronta fin da adesso a presentare un disegno di legge condiviso al suo interno per garantire il diritto al lavoro di migliaia di operatori del gioco legale, contrastare le infiltrazioni della malavita e tutelare con nuovi e più efficaci strumenti le vittime della ludopatia”, afferma l’assessore regionale del Piemonte Fabrizio Ricca. “Una strada, questa, imposta da un ostruzionismo che ha negato qualunque vero confronto democratico all’interno del consiglio regionale. Il gioco di una vecchia politica che presenta decine di migliaia di emendamenti senza pensare alle conseguenze che questo avrà sulla pelle delle 5.200 famiglie che, pur operando nel totale rispetto della legge, rischiano di perdere il loro posto di lavoro. La sinistra parla di “vittoria” quando sa perfettamente che la nostra proposta vedrà il via libera nelle prossime settimane”.