Il ddl sul gioco d’azzardo che dovrebbe essere presentato in Consiglio Regionale del Piemonte su iniziativa della giunta e’ ormai in dirittura d’arrivo, manca solo qualche dettaglio. Ne parla il consigliere regionale Fabrizio Ricca in una intervista a La Stampa. Il testo cancellerebbe l’effetto retroattivo della norma che impone le distanze minime alle slot. Alcuni aspetti, spiega Ricca, sono ancora da mettere a punto. Nessun problema ad inserire tabaccherie e sale giochi, qualche incertezza ancora per le slot nei bar. Restano ancora da convincere alcuni consiglieri di Forza Italia.

Articolo precedenteTorre del Greco (NA). Scommesse irregolari con conto di gioco, esercente denunciato
Articolo successivoCOVID. Spostamenti, spettacoli e ristoranti: tutti i chiarimenti in una circolare degli Interni