“Eccoci ancora in aula. Per ora l’ostruzionismo di tutte le opposizioni unite ha evitato di aprire il punto della discussione e nel frattempo abbiamo depositato decine di migliaia di emendamenti. Ne abbiamo pronti un altro mezzo milione. Ci vorrà tutta la notte anche solo per numerarli e trasferirli sulle piccole chiavette usb della Regione Piemonte. Abbiamo ‘un milione di idee’ per fermare questo scempio e impedire che Torino e il Piemonte ridiventino un casinò a cielo aperto per i più fragili. Non ci importa vincere il guinnes dei primati, ma fermare a tutti i costi il ‘riparti slot’”. Così il consigliere regionale Luv in Piemonte, Marco Grimaldi (nella foto).

“Dopo la seduta di ieri finita a mezzanotte, questa mattina la seduta è stata sospesa dopo poche ore per ‘tumulti'” ha aggiunto Grimaldi riferendosi all’acceso scambio di battute con l’assessore Tronzano. “Dovrei vergognarmi per gli 800.000 emendamenti presentati. Pensavano di batterci per sfinimento, e invece… Come potete immaginare, sono orgogliosissimo di questo lavoro se servirà a fermare il ‘Casinò Piemonte’. Colgo l’occasione per ringraziare chi ha trascorso il weekend e le notti ad aiutarmi e chi da lì fuori fa il tifo per noi. Spero che per la terza volta il loro blitz fallisca miseramente”.