“Questa norma va ad abrogare una legge che noi consideriamo equilibrata, in particolare sui due aspetti che sono fondanti di questo tema. La salute e il lavoro. La tutela del lavoro è nel nostro DNA, noi siamo sempre dalla parte dei lavoratori. Difendiamo una legge che proprio per tutelare il lavoro ha avuto degli step progressivi per tutelare il lavoro”. Lo ha detto in aula il consigliere regionale del PD in Piemonte, Raffaele Gallo, durante la discussione sulla pdl delle Lega che intende modificare l’attuale legge sui giochi.

“La nostra disponibilità alla ricollocazione c’è, ma se dobbiamo ragionare su uno smantellamento totale di quella norma no. Pensiamo sia sbagliato tornare a collocare aparecchi in bar e tabacchi. Su questo ci batteremo fino in fondo, non ci sarà mediazione. La legge funziona, la riduzione riguardo la ludopatia c’è stata. E’ una legge che impatta sulla nostra società, ma siamo consci che la norma ha portato gli effetti che volevamo dal punto di vista sanitario” ha aggiunto.

Monica Canalis (PD): “La legge attuale non è retroattiva, non a caso l’avvocatura dello Stato non l’ha impugnata. Non è retroattiva perchè concede agli operatori economici un tempo di adeguamento. Questa non è una legge proibizionista e tiene anche in considerazione la libertà d’iniziativa economica. Rischiamo anche di andare incontro ad eventuali ricorsi di chi la scadenza l’ha rispettata. Chiediamo un tavolo di confronto, che non c’è stato in maniera adeguata in Commissione. Le forzature non sono politica. Aprite a un confronto”.