Concommercio Piemonte interviene nel merito del contenuto del ddl in materia di contrasto al gioco d’azzardo patologico su cui sta lavorando il Consiglio regioale del Piemonte.

L’associazione di categoria si dice convinta del fatto che si debba intervenire sulla norma laddove prevede effetto retroattivo e quindi l’inclusione degli apparecchi già autorizzati nel 2016 tra quelli che si devono adeguare al rispetto delle distanze minime.

Forti perplessità invece sulle disposizioni che escluderebbero bar e altri esercizi commerciali tra le attività a cui è preclusa la possibilità di mantenere in funzione gli apparecchi autorizzati, per effetto delle nuove disposizioni. Cosa che invece è resa possibile per le tabaccherie, sale giochi e sale slot.