“‘Credevano di continuare a comandare anche dopo aver perso le elezioni regionali’. In questa frase è contenuta una significativa sintesi dell’attuale legislatura, condizionata da continui e pretestuosi ricatti. Niente paura, si prosegue la battaglia in aula: mai fermarsi! Anche oggi sempre al fianco dei lavoratori e dei cittadini contro le ipocrisie sinistre. Giù le mani dal gioco legale”. Così il consigliere regionale della Lega in Piemonte, Andrea Cane (nella foto).

Alberto Bordino è un dipendente del gioco lecito che in questi anni ha potuto vedere in tutto il Piemonte gli effetti della legge 9/2016. “Noi siamo uomini e donne che vogliono solo continuare ad avere la legittima aspettativa di un lavoro onesto. E questo provvedimento ce lo sta negando. Delocalizzare per rispettare il distanziometro? Impossibile: nel 99% delle città e dei paesi si trova infatti un luogo sensibile”.

Di seguito il video pubblicato sulla pagina Facebook del Gruppo Lega Salvini Piemonte.