«Una legge importante, che abbiamo difeso con le unghie e con i denti che ha già avuto effetti concreti e molti altri ne avrà in futuro. È nata da un lavoro comune di tutto il Consiglio ed è stata approvata da tutte le forze politiche, poi sono emersi i distinguo. Il centrodestra di Cirio prima l’ha votata ora vuole stravolgerla. Chiamparino ha cercato di modificarla in fase di approvazione e di convincere il centrosinistra a fare un passo indietro, ma per fortuna non ci è riuscito».

Lo ha detto Giorgio Bertola (M5S), candidato governatore del Piemonte, in un’intervista a gazzettadalba.it