beccalossi

“In Lombardia i 5stelle si scoprono paladini anti azzardo. Peccato che da quando governano a Roma tutti i proclami sulla ludopatia sono rimasti tali e che i loro deputati hanno di fatto ignorato la proposta di Legge nazionale a suo tempo presentata dalla Lombardia. Meglio tardi che mai, ma su questo tema servirebbe un minimo di coerenza, perché come tutti gli altri anche i 5 stelle non hanno saputo rinunciare ai circa 10 miliardi di tasse che entrano nelle casse dello Stato”.

Lo ha affermato Viviana Beccalossi, consigliere regionale del Gruppo Misto e proponente, nel 2013, della legge regionale contro il gioco d’azzardo patologico, commentando la notizia della presentazione di un progetto di legge per il contrasto alla ludopatia da parte del gruppo regionale 5 stelle.

“Guarderò con interesse alle proposte migliorative di questo progetto di legge – ha proseguito Viviana Beccalossi – proprio perché in questi anni ho fatto della lotta all’azzardo una battaglia politica e personale. Quindi ben venga chiunque voglia combattere questa piaga su cui lo Stato lucra, lasciando alle Regioni, che non introitano un euro dal gioco, i drammi famigliari, la micro e macro criminalità e tutte le altre gravi conseguenze sociali”.

“Nessuno però – ha concluso Viviana Beccalossi – parli di ‘anno zero’ nella lotta alla ludopatia. In Lombardia siamo da anni all’avanguardia e oggi grazie alla nostra legge un malato può essere curato dalle strutture regionali, così come siamo riusciti a creare una rete “no slot” che coinvolge centinaia di Comuni e associazioni di volontariato”.

Commenta su Facebook