piemonte consiglio aula
piemonte consiglio aula

Decine di norme regionali modificate e adeguate all’evoluzione del sistema giuridico. Senza introdurre nuove spese per il bilancio, il testo approvato a maggioranza (25 sì, 3 no 10 non votanti e un astenuto) oggi, martedì 4 dicembre, in Consiglio regionale dell’Omnibus, che si compone di oltre centodieci articoli, interviene su numerose materie fra cui anche il gioco pubblico.

In particolare è stata rimodulata la legge 9 del 2016 per il contrasto del gioco d’azzardo patologico: la Regione concede una tempistica adeguata agli esercenti di slot machine e ai titolari di sale gioco o di licenza per l’esercizio delle scommesse, che si trovino a non rispettare le distanze dai luoghi sensibili (chiese, scuole, banche, ospedali) per fatti successivi all’approvazione della legge 9/2016. Viene previsto, quindi, un tempo di quattro anni per gli esercenti di slot machine e di otto anni per i titolari di sale gioco o di licenza per l’esercizio delle scommesse, a partire da quando il fatto si è verificato, per rimettersi in regola.

Commenta su Facebook