Nell’ambito della discussione sulla legge annuale di riordino il Consiglio Regionale del Piemonte è passato oggi alla votazione di due emendamenti rispettivamente presentati da Ruzzola (Fi) e Raffaele Gallo (Pd) in materia di Gioco d’azzardo patologico. Approvato il primo, respinto il secondo.

Nel primo si introduce una modifica al disegno di legge n.143, l’articolo 72 nonies, il quale sostituisce la lettera b) del comma 2 dell’articolo 19 rubricato “Limitazioni all’esercizio del gioco”.

Si stabiliscono gli orari di interruzione per gli esercizi definiti come punti gioco (di cui all’articolo 3, comma 1, lettera e) in “dodici ore e trenta minuti al giorno, di cui dieci ore e trenta minuti consecutive nella fascia notturna dalle ore 23.00 alle ore 9.30 e due ore nella fascia diurna di uscita dalle scuole, dalle ore 12.30 alle ore 14.30”.