Nel pomeriggio di giovedì 30 maggio, l’assessore alla sicurezza Luca Zandonella ha illustrato, insieme ai titolari degli esercizi commerciali coinvolti, i progetti selezionati dall’amministrazione comunale per il sostegno, tramite fondi messi a disposizione dalla campagna regionale “Slot Free Emilia Romagna” – 4mila euro a progetto – a iniziative di sensibilizzazione realizzate in collaborazione con associazioni culturali di promozione sociale. L’iniziativa prevede il rilascio di un “marchio” agli esercizi che rinunciano all’installazione di macchinette per il gioco a soldi.

«Insieme alla regione vogliamo premiare quegli esercizi che rinunciano al facile guadagno delle macchinette » ha spiegato l’assessore Zandonella. «Il centro storico è quasi completamente slot free, mentre in altre zone della città resta il regolamento delle distanza di 500 metri dai luoghi sensibili» si legge su ilpiacenza.it

Il comune di Piacenza da diversi anni figura tra le amministrazioni più attive negli interventi di prevenzione del gioco d’azzardo patologico, non solo attraverso la mappatura delle sale gioco rispetto ai cosiddetti “luoghi sensibili”, ma anche attraverso molteplici iniziative di sensibilizzazione rivolte soprattutto ai giovani.

Commenta su Facebook