E’ stato confermato il coprifuoco alle 22 e si inizia ad inserire la zona bianca. E’ quanto si apprende al termine della riunione del premier Giuseppe Conte con i capi delegazione in vista di due nuovi provvedimenti, che saranno probabilmente un Dl e un Dpcm.

Una delle ipotesi al vaglio del governo per il prossimo Dpcm sarebbe quella di varare una stretta anti-movida, vietando l’asporto dalle 18 esclusivamente per i bar. Saranno quindi consentite solo le consegne a domicilio. La proposta dovrà comunque essere sottoposta alle regioni nel vertice di domani con il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia.
Il provvedimento è atteso per il 16 gennaio con la stretta per contrastare e contenere il diffondersi del Covid-19. Fonti di governo al termine dell’incontro tra il premier Giuseppe Conte e i capi delegazione di maggioranza sottolineano che il dpcm che l’esecutivo si avvia a disporre “si accompagnerà a nuovi ristori“.

I musei potrebbero riaprire, ma soltanto nelle Regioni gialle. Questa una delle ipotesi di cui si è parlato nel vertice di governo in vista del nuovo provvedimento.

Sulle soglie dei parametri che decreteranno i colori delle zone e sulla durata del nuovo Dpcm che sarà in vigore dal prossimo 16 gennaio si deciderà dopo il vertice con le regioni e le comunicazioni al Parlamento del ministro della Salute, Roberto Speranza, il prossimo 13 gennaio.