“Non soddisfatto dei precedenti risultati e di aver speso 2,3 milioni di euro per far ripartire le corse dei cavalli a luglio, ecco che Salvetti ci riprova”. Così  la capogruppo del M5S a Livorno, Stella Sorgente.

“Fa ripubblicare il bando per la concessione dell’ippodromo, ma il canone scende da 80mila a 60mila euro e la durata del contratto raddoppia (da 1 a 2 anni), diventando quindi una gestione “meno provvisoria”. Il bando scade il 28 giugno per far partire le corse a luglio. Così gli uffici comunali saranno ancora concentrati prioritariamente su questo importantissimo risultato politico di cui la città non può fare a meno, in un momento de genere.

Dei soldi che (secondo lui) erano stati concordati con il Ministero per le Politiche Agricole e Forestali per finanziare il montepremi per ora non vi è traccia in bilancio. I soldi infatti per ora sono tutti in uscita dalla casse comunali. Soldi in entrata: 0 (zero). Menomale che sono stati calendarizzati almeno dei concerti in agosto, ma quanto costano? E i soldi li gestisce il LEM?“.