Foto Roberto Monaldo / LaPresse 09-09-2013 Roma Politica Senato - Riunione della Giunta delle Elezioni e delle Immunità sul caso Berlusconi Nella foto Michele Giarrusso (M5S) Photo Roberto Monaldo / LaPresse 09-09-2013 Rome (Italy) Senate - Election Committee, Berlusconi decadence from Senate member In the photo Michele Giarrusso (M5S)
Print Friendly, PDF & Email

Sono stati nominati i nuovi membri che faranno parte della nuova commissione parlamentare di inchiesta antimafia della XVIII legislatura. Il collegio, istituito per la prima volta con la legge del 20 dicembre del 1962, è composto da 25 deputati e 25 senatori.
Alla Camera dei Deputati sono stati nominati: Davide Aiello, Piera Aiello, Stefania Ascari, Vittoria Baldino, Giusi Bartolozzi, Gianluca Cantalamessa, Andrea Caso, Andrea Dara, Wanda Ferro, Paolo Lattanzio, Maurizio Lupi, Carmelo Miceli, Luca Migliorino, Dalila Nesci, Andrea Orlando, Erasmo Palazzotto, Luca Rodolfo Paolini, Nicola Pellicani, Antonio Pentangelo, Erik Umberto Pretto, Angela Salafia, Jole Santelli, Gianni Tonelli, Walter Verini, Pierantonio Zanettin.
Mentre al Senato: Teresa Bellanova, Giacomo Caliendo, Antonella Campagna, Margherita Corrado, Giovanni Endrizzi, Antonella Faggi, Laura Garavini, Mario Michele Giarrusso, Pietro Grasso, Antonio Iannone, Elio Lannutti, Alessandrina Lonardo, Giuseppe Mangialavori, Franco Mirabelli, Enrico Montani, Nicola Morra, Marco Pellegrini, Pasquale Pepe, Antonio Saccone, Christian Solinas, Raffaele Stancanelli, Dieter Steger, Valeria Sudano, Francesco Urraro, Luigi Vitali.
Per la nomina del presidente della commissione bisognerà aspettare la prima seduta. Tra i nominati l’ex presidente del Senato Pietro Grasso e il senatore Michele Giarrusso .

Tra i primi argomenti da portare sul tavolo della commissione per Giarrusso c’è “la trattativa Stato-mafia, perché bisogna fare luce sulle responsabilità e perché è ancora di grande attualità: è in quegli anni che, nel Paese, cambia il rapporto con il gioco d’azzardo a causa di lobby legate alla politica, penso per esempio al ministro Vincenzo Scotti.

 

Commenta su Facebook