slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Approvato dal consiglio comunale di Nettuno (RM) il “Regolamento sulle attività commerciali che esercitano i giochi leciti, apparecchi di intrattenimento e raccolta di scommesse”: i gestori già autorizzati avranno due anni di tempo per adeguarsi.

Come sottolineato dall’Amministrazione comunale “il Regolamento non viene adottato per contrastare la sala da gioco in quanto tale né, tantomeno, per danneggiare i gestori, ma perché come Amministrazione abbiamo fortemente sentito nostro il compito di mettere in atto tutto quel che si può fare per contrastare un fenomeno che colpisce tutte le fasce d’età: i giovani, gli adulti, gli anziani. Anche rifacendoci nell’ispirazione alla legge regionale su queste tematiche, ci siamo sentiti proprio in dovere di far uscire questo regolamento consapevoli che la ludopatia porta alla dissoluzione dei rapporti”.

“Sappiamo che chiunque, con uno strumento digitale, può facilmente accedere al gioco online, ma sul territorio comunale per quanto possiamo abbiamo voluto attuare questa scelta che si traduce in alcuni punti focali che possiamo sintetizzare come segue: scegliere la lotta alla ludopatia che significa non voler colpire il gestore ma contrastare gli effetti disgreganti della dipendenza senza sostanze che questo tipo di gioco può innescare; scegliere, come da norma regionale, che ci sia una distanza da luoghi sensibili da mappare e comunque da tutti i punti di aggregazione di minori, anziani e di ogni categoria a rischio esposizione alla ludopatia; introdurre multe per chi non rispetterà il regolamento che sono state posizionate ai livelli più alti consentiti proprio a fini dissuasivi; in rispondenza alla norma regionale e a conferma del primo obiettivo del regolamento, destineremo il 50 percento degli introiti delle sanzioni al contrasto della ludopatia tramite varie azioni e iniziative di informazione, prevenzione e contrasto che saranno realizzate; scegliere il riconoscimento di sgravi e/o incentivi (che andremo a regolare) per tutte quelle attività che sceglieranno di non impiantare macchine slot alle quali, inoltre, il Comune attribuirà il simbolo No slot”.

Infine, il Regolamento “si è posto anche un interrogativo rispetto a coloro che hanno già investito su questa attività prima dell’approvazione di ieri: al riguardo è stato previsto che i gestori abbiano due anni di tempo per allinearsi a tutto quanto previsto dal Regolamento stesso”.

Commenta su Facebook