Sono 149 le imprese di giochi e scommesse che hanno chiuso i battenti nel primo trimestre del 2020.

Il bilancio della nati-mortalità delle imprese risente delle restrizioni seguite all’emergenza Covid-19 e rappresenta il saldo peggiore degli ultimi 7 anni. In netto calo sia le iscrizioni che, in misura minore, le cessazioni. E’ quanto certifica la fotografia scattata da Unioncamere – InfoCamere.

Advertisement

Nel periodo compreso tra gennaio e marzo le nuove aperture nella categoria giochi e scommesse sono state in totale 22, per un rapporto cessazioni-natalità pari a -127.

La Regione con il numero più alto di chiusure è la Campania: 39 contro tre sole nuove aperture.

Imprese Registrate Imprese Attive Iscrizioni Cessazioni
Piemonte 424 373 0 9
Valle d’Aosta 5 4 0 0
Lombardia 947 817 0 1
Trentino A.A. 29 24 0 1
Veneto 425 359 0 9
Liguria 188 169 2 5
Emilia Romagna 342 282 1 14
Toscana 357 311 1 3
Umbria 76 65 0 4
Marche 177 139 0 7
Lazio 968 838 2 15
Abruzzo 234 212 0 7
Molise 39 33 0 0
Campania 1693 1529 3 39
Puglia 636 561 4 7
Basilicata 66 54 0 3
Calabria 298 267 1 5
Sicilia 869 798 7 14
Sardegna 151 137 1 6

dati UnionCamere elaborazione Jamma