Sono 149 le imprese di giochi e scommesse che hanno chiuso i battenti nel primo trimestre del 2020.

Il bilancio della nati-mortalità delle imprese risente delle restrizioni seguite all’emergenza Covid-19 e rappresenta il saldo peggiore degli ultimi 7 anni. In netto calo sia le iscrizioni che, in misura minore, le cessazioni. E’ quanto certifica la fotografia scattata da Unioncamere – InfoCamere.

Nel periodo compreso tra gennaio e marzo le nuove aperture nella categoria giochi e scommesse sono state in totale 22, per un rapporto cessazioni-natalità pari a -127.

La Regione con il numero più alto di chiusure è la Campania: 39 contro tre sole nuove aperture.

Imprese RegistrateImprese AttiveIscrizioniCessazioni
Piemonte42437309
Valle d’Aosta5400
Lombardia94781701
Trentino A.A.292401
Veneto 42535909
Liguria 18816925
Emilia Romagna342282114
Toscana35731113
Umbria 766504
Marche 17713907
Lazio968838215
Abruzzo23421207
Molise393300
Campania16931529339
Puglia63656147
Basilicata665403
Calabria29826715
Sicilia869798714
Sardegna15113716

dati UnionCamere elaborazione Jamma