E’ stata approvata in Giunta comunale a Napoli, su proposta dell’Assessore allo sport Emanuela Ferrante, la delibera di rimodulazione della concessione dell’Ippodromo di Agnano alla società Ippodromi Partenopei srl.

La delibera prevede la concessione alla Ippodromi Partenopei s.r.l. di una proroga di 24 mesi dell’attuale durata del rapporto concessorio in essere e, dunque, al 31.12.2023, oltre al pagamento, da parte della Ippodromi Partenopei s.r.l., dei canoni mensili relativi al periodo di proroga, quantificati in sede di aggiudicazione di gara in € 12.050,00/mese, nonché quelli relativi al biennio pregresso, di pari importo, non versati a causa dei predetti squilibri finanziari dettati dalla situazione pandemica (ancora in corso), a far data da gennaio 2022 e fino a dicembre 2023, per un importo totale di € 24.100,00 mensili. La società dovrà, inoltre, effettuare lavori all’impianto per complessivi € 468.725,00. I lavori dovranno, comunque, essere conclusi entro 18 mesi dall’avvio della proroga della concessione.

”Ho seguito personalmente – commenta l’assessore Ferrante – la questione sin dal mio insediamento. Attraverso non poche difficoltà, siamo riusciti finalmente, conciliando tutte le complesse esigenze in gioco, a garantire gli interessi del Comune, la continuità nella gestione dell’ippodromo e, prima di ogni altra cosa, salvaguardare 77 posti di lavoro: a tutti i lavoratori dell’ippodromo, con i quali ho avuto continue interlocuzioni in queste settimane, dedico questa giornata per me di grande gioia e soddisfazione”.

Gianluca Daniele (Fondazione Di Vittorio – Cgil) ha spiegato: “Il provvedimento salva i 77 lavoratori che potranno cosi’ continuare a svolgere la proprio attivita’ lavorativa all’ippodromo che si e’ distinto sempre, nel panorama nazionale, per importati manifestazioni come quella del Gran Premio Lotteria”.

“Questa decisione – ha aggiunto Daniele – e’ frutto delle rivendicazioni delle organizzazioni sindacali e della caparbieta’ con cui lavoratori e lavoratrici dell’ippodromo hanno lottato insieme col sindacato per la difesa del posto di lavoro. Adesso e’ fondamentale mettere in campo azioni concrete che rilancino nell’area occidentale della citta’, sviluppo e occupazione programmando cosi’ la valorizzazione di un territorio ricco di opportunita’ sia lavorative che attrattive per la nostra citta’”.