“Una chiara dimostrazione della poca sensibilità della maggioranza di centrosinistra montignosina in materia di contrasto alla ludopatia che a parte qualche apparizione sulla stampa, non produce ancora niente di concreto. Da anni mi sto impegnando sul tema che devasta e getta nel baratro intere famiglie. Nel 2017 avevo presentato una mozione in consiglio comunale sulla ludopatia, affinché il sindaco e la giunta si facessero promotori verso l’Azienda USL e gli altri enti competenti al fine di organizzare giornate informative sul monitoraggio della dipendenza da gioco d’azzardo e soprattutto per la definizione delle linee di azione per garantire le prestazioni di prevenzione, cura e riabilitazione rivolte alle persone affette da questa dipendenza”. Così il consigliere M5S di Montignoso (MS), Paolo Lenzetti.

“La mozione fu approvata, ma azioni concrete non sono mai state portate avanti. Nell’ultima commissione che era stata convocata sul tema il 25 novembre 2019, avevo proposto una regolamentazione più restrittiva degli orari ed anche un isolamento visivo ed acustico dei luoghi dove sono installate slot e video lotterie, affinché minori e soggetti deboli non siano attratti da luci e suoni che tali macchine emettono. Inoltre avevo proposto uno sconto sulla Tari per 5 anni ai gestori che decidessero di rimuovere dai propri locali slot e video lotterie.

La ludopatia è una vera e propria piaga sociale con pesanti ricadute anche sui costi dei servizi sociali, pertanto invito la maggioranza montignosina a riprendere al più presto i lavori nella commissione, affinché anche Montignoso si doti prima possibile di un regolamento che sia uno strumento di efficace contrasto alla ludopatia”.