In seguito alla pubblicazione da parte dell’Agenzia Dogane e Monopoli dei dati nazionali relativi alle giocate nel 2018, il sindaco di Montesano sulla Marcellana, Giuseppe Rinaldi, plaude al numero che contraddistingue il paese da lui amministrato. Il centro termale, infatti, ha fatto registrare un abbattimento delle giocate complessive alle slot di circa il 70%.

Si legge su Ondanews.it: “L’abbattimento delle giocate a Montesano di circa il 70% si è avuto dopo l’emissione dell’ordinanza sindacale restrittiva sul funzionamento orario delle slot del 1° gennaio 2018 – afferma Rinaldi –. Nonostante molti di noi vorrebbero che fossero zero le giocate e nonostante abbiamo lasciato un intervallo di tempo per chi vuole responsabilmente giocare (15.00-23.00) e per le relative attività che posseggono slot, consapevoli che non si può limitare eticamente ed in assoluto la libertà individuale, non si può non essere soddisfatti del risultato concreto raggiunto con una riduzione di giocate alle slot, unico gioco su cui può intervenire il Comune con propri atti limitativi, dai circa 3.000.000 nell’anno 2017 a 1.140.000 nell’anno 2018, sostanzialmente un terzo rispetto a solo un anno prima“.

Rinaldi annuncia: ”Non ci fermeremo!“. E’ pronta, infatti, la campagna di sensibilizzazione sulla ludopatia con apposizione sul parabrezza posteriore degli scuolabus cittadini di immagini significative sul contrasto al gioco d’azzardo irresponsabile.

“Continueremo ad insistere, nelle sedi opportune, affinchè la nostra ordinanza diventi comprensoriale come già deciso in sede di Consiglio generale della Comunità Montana e come alcuni Comuni del territorio hanno già iniziato ad fare – conclude il sindaco di Montesano sulla Marcellana -. Battaglie sociali e culturali ineludibili, di buon senso, di rigore, di scelta sicuramente, ma la politica è sempre scegliere. Se poi si è scelto bene decideranno democraticamente e liberamente tutti i cittadini“.