“L’auspicio è di tornare alla normalità, con la volontà di confermare l’Ippodromo Snai Sesana come luogo polifunzionale per i cittadini e le famiglie di Montecatini Terme (PT) e per gli appassionati di trotto”. Con queste parole il direttore della business unit Ippodromi Snai, Stefano Marzullo, ha aperto la video-conferenza stampa di presentazione della 106^ stagione di trotto all’Ippodromo Snai Sesana trotto di Montecatini Terme che prenderà il via nel pomeriggio di sabato 1° maggio con la prima riunione di corse del 2021. E’ quanto si legge su valdinievoleoggi.it.

Alla stessa presentazione è intervenuto anche il sindaco Luca Baroncini, il quale ha dichiarato che “(…) l’ippodromo fa parte dello strato sociale della cittadinanza e rappresenta uno dei simboli storici di Montecatini Terme. In questa difficile situazione dettata dall’emergenza sanitaria presente sul territorio nazionale da più di un anno, faccio i complimenti ai dirigenti dell’Ippodromo Snai e alla proprietà Snaitech per la gestione del Sesana, sia in ambito di sicurezza per le persone sia per l’ottima manutenzione dell’impianto che rappresenta un luogo per ritrovarsi e uno spazio per organizzare importanti eventi”.

Il calendario prevede 32 giornate con inizio delle riunioni in notturna da sabato 12 giugno fino al termine della stagione, il 4 settembre. Dal 1° giugno, dalla circolare del Ministero della Salute e dal Mipaaf, gli eventi sportivi organizzati negli impianti potrebbero accogliere un certo numero di spettatori, ma la prudenza non è mai troppa. “Ci atteniamo scrupolosamente alle normative – sottolinea il direttore Marzullo -, con la volontà di offrire al pubblico lo spettacolo dell’ippica e degli eventi nel nostro impianto. Incrementeremo la collaborazione con le istituzioni e la pubblica sicurezza affinché, come è accaduto nella scorsa stagione, l’Ippodromo Snai Sesana rappresenti un luogo sicuro e fruibile per tutti”.

Fabrizio Procino in veste di responsabile corse e ippodromi di Snai ha spiegato che “si è preferito posticipare l’apertura e anticipare la chiusura salvando la stagione in notturna”.