“L’AMBC ha tentato in tutti i modi di sensibilizzare l’attuale Amministrazione rispetto alla lotta al gioco d’azzardo in città. E già in campagna elettorale presentò una proposta di regolamentazione delle sale da gioco, mutuando le esperienze di Avviso Pubblico (nel sito anche le disposizioni presenti nella legge di bilancio) e cercando così di superare un vecchio regolamento in vigore, comunque disapplicato.

Ci sono voluti mesi, denunce pubbliche e articoli di giornale per far approdare in consiglio comunale un nuovo regolamento per le sale da gioco, annacquato rispetto alla proposta dell’AMBC e scarsamente efficace. Ma anche questo nuovo regolamento di fatto continua a restare, come il precedente, ‘lettera morta’. Assente del tutto sono invece iniziative e politiche pubbliche locali di contrasto, di aiuto e di recupero rispetto alla ludopatia. E così il gioco d’azzardo continua a prosperare in città″.

Così in una nota l’Associazione Mondragone Bene Comune.