Molise, chiesto l’ampliamento del Comitato consultivo sul fenomeno del gioco d’azzardo

Ampliare la platea degli esperti che compongono il Comitato consultivo sul fenomeno del gioco d’azzardo, istituito in Molise nel 2016 con Legge regionale n.20: questo l’obiettivo del presidente dell’organismo, Aida Romagnuolo.

La già consigliera a Palazzo D’Aimmo, infatti, reputa necessario che anche figure del mondo scolastico e dell’università, oltre che la Garante dei diritti della persona, facciano parte del medesimo Comitato, apportando il proprio contributo.

“Purtroppo – la commentato la presidente Romagnuolo – il gioco d’azzardo è un fenomeno che dilaga tra le più ampie fasce d’età e sociali, con il coinvolgimento pure di giovanissimi che a tal proposito andrebbero sensibilizzati sin da piccoli. Dunque, oltre ad esponenti del mondo della sanità, della politica e dell’associazionismo, l’esigenza di inserire nel Comitato ulteriori professionisti che si confrontino puntualmente sulle tematiche delle dipendenze e sulle azioni da intraprendere. Ho pertanto – ha aggiunto Romagnuolo – presentato una proposta di Legge di modifica alla n.20/2016”.

Il Comitato, dopo un lungo fermo, è tornato a riunirsi pochi mesi fa, a seguito della nomina del nuovo presidente. 

Articolo precedenteCaserta: stipendi del clan pagati con i soldi delle estorsioni ai danni di operatori giochi, 3 condanne e 7 assoluzioni
Articolo successivoScommesse MotoGP: Bagnaia in Giappone per il sorpasso. Trionfo a Motegi a 2,75, segue Miller a 4,50 su Snai