“È importante una nuova regolamentazione del settore che comprenda, nell’ordine, la difesa dei diritti primari come la salute, la convivenza civile, il risparmio e l’equità fiscale, l’interesse del gettito erariale e contemperi l’interesse del profitto privato. Rimettere le slot machine dov’erano nel 2016 significa aumentare l’offerta per rovinarsi. Non mi sembra un’idea geniale a meno che non occorra saldare qualche cambiale”.

Lo ha detto il sindaco di Castelnuovo Scrivia (AL), Gianni Tagliani, che ha presentato con il gruppo di maggioranza consiliare una richiesta di emendamento alla proposta di legge in Piemonte con cui si vuole ripristinare la situazione di offerta di gioco antecedente all’entrata in vigore della legge regionale sul gioco.