“Da due anni lavoriamo sul tema delle macchinette del gioco d’azzardo, prima con la limitazione degli orari ed ora ad un nuovo metodo che consenta di limitare l’offerta in città. Non vogliamo infatti ridurre le aziende, perché è legale in Italia, ma ridurre l’offerta allontanando le case da gioco dalle città portandole fuori dall’anello della tangenziale, lontane dai luoghi sensibili”. Lo ha detto l’assessore al Bilancio del Comune di Modena, Andrea Bosi.