L’assemblea odierna di Gruppo Ippodromi Associati s’è pronunciata a favore dello “sblocco” dei partenti: l’accettazione dei medesimi riprenderà ufficialmente già oggi, anche se probabilmente mancheranno i tempi tecnici per l’attuazione.

Questo il comunicato di di Gruppo Ippodromi Associati (che raggruppa Bologna, Castelluccio dei Sauri, Cesena, Civitanova Marche, Ferrara, Merano, Napoli, Pisa, Roma, San Giovanni Teatino, Ss. Cosma e Damiano, Siracusa, Taranto, Torino, Treviso, Trieste e Varese): «Le società di corse aderenti al Gruppo Ippodromi Associati, che per i motivi indicati nel comunicato del 4 settembre 2020, hanno chiesto al Mipaaf lo spostamento a data da destinarsi delle giornate di corse in calendario dal 9 settembre fino alla data di emanazione del Decreto Direttoriale attuativo del D.M. 4701 del 6 maggio 2020; tenuto conto che nella giornata di ieri, 8 settembre, a seguito dell’incontro con i rappresentanti del Gruppo Ippodromi Associati, il Ministero ha adottato il Decreto Direttoriale suindicato che determina le remunerazioni 2020, spettanti alle società di corse per i servizi richiesti e pretesi dal medesimo Mipaaf; considerato che giovedì 10 settembre, dopo l’incontro programmato con i rappresentanti del Gruppo, il Ministero si è impegnato ad adottare il Decreto riguardante le erogazioni da destinate ad investimenti per il miglioramento degli impianti; decide di revocare la richiesta di differimento delle giornate di corsa. Pertanto, a partire dalla data odierna, si procederà all’accettazione delle dichiarazioni dei partenti. Si auspica che il confronto aperto con i vertici del Ministero sia foriero di positivi sviluppi per trovare soluzioni ai gravi problemi che, da anni, affliggono il comparto degli ippodromi e l’intero settore ippico».