Valorizzare, animare e far crescere i quartieri grazie all’apertura di nuovi laboratori artigianali, imprese commerciali o di servizi e nel contempo incentivare l’autoimprenditorialità femminile.

Questo l’obiettivo di “Metter su Bottega”, il provvedimento approvato oggi dalla Giunta che mette a disposizione 1,4 milioni di euro a favore di aspiranti imprenditori che scelgono di far nascere e crescere le loro attività nelle aree meno centrali della città: dal quartiere Adriano a Quarto Oggiaro, da Gratosoglio a Lambrate passando da Lorenteggio al Vigentino sino alla Barona e alla Bovisa con una particolare attenzione allo sviluppo della zona Niguarda.

“Grazie a questi provvedimenti e all’azione portata avanti dall’Amministrazione – dichiara l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani –, vogliamo contribuire a creare un tessuto commerciale e artigianale capace di animare e rendere più attrattive le zone decentrate della città. Un modo per avvicinare i luoghi della produzione di qualità e del commercio di vicinato alle esigenze dei tanti cittadini che popolano questi quartieri, contribuendo così a migliorare la socialità, la sicurezza e la vitalità commerciale delle zone dove andranno a insediarsi. Qualità dell’abitare e qualità del lavorare devono camminare insieme”.

Restano esclusi dal bando progetti d’impresa che includono sale giochi o scommesse, vendita di alcolici e superalcolici in orari notturni (offerta da realtà diverse da bar o pub che svolgono invece anche funzioni aggregative per anziani o giovani) nonché articoli per adulti a sfondo erotico.

Commenta su Facebook