“Mettiamoci in gioco”, la campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo, esprime la “propria soddisfazione” per l’approvazione, da parte dell’assemblea della Regione siciliana, del regolamento sul gioco d’azzardo. Con quest’atto la Regione si allinea alle scelte politiche già effettuate da altre Regioni italiane in materia di contrasto ai rischi del gioco d’azzardo. “Il provvedimento appare ancora più opportuno dinanzi alla continua crescita del settore dell’azzardo anche in territorio siciliano. È da rimarcare che l’approvazione sia avvenuta con voto quasi unanime (2 astenuti, 0 contrari), a riprova del fatto che tutti i partiti hanno anteposto l’interesse dei cittadini a qualunque altra esigenza”, sottolinea la campagna.

Grazie alla nuova normativa regionale, spiega “Mettiamoci in gioco”, “i Comuni siciliani potranno ora attuare politiche di contrasto all’azzardo in maniera più serena rispetto al passato, temendo assai meno i ricorsi di parte e dando priorità alla tutela della salute pubblica”.

La campagna sottolinea che “l’adozione della normativa da parte dell’assemblea regionale sia avvenuta anche a seguito di un percorso di confronto con le organizzazioni della società civile, tra le quali figura Mettiamoci in gioco Sicilia”.

Infine, i promotori della campagna auspicano che “questa convergenza tra forze politiche registratasi in Sicilia possa verificarsi anche a livello nazionale, per arrivare al più presto a una legge quadro sul gioco d’azzardo che tante espressioni della società civile e cittadini chiedono da anni”.

Aderiscono alla campagna “Mettiamoci in gioco”: Acli, Ada, Adusbef, Ali per Giocare, Anci, Anteas, Arci, Associazione Orthos, Auser, Aupi, Avviso Pubblico, Azione Cattolica Italiana, Cgil, Cisl, Cnca, Conagga, Confsal, Ctg, Federazione Scs-Cnos/Salesiani per il sociale, Federconsumatori, Federserd, Fict, Fitel, Fp Cgil, Gruppo Abele, InterCear, Ital Uil, Lega Consumatori, Libera, Missionari Comboniani, Scuola delle Buone Pratiche/Legautonomie-Terre di mezzo, Shaker-pensieri senza dimora, Uil, Uil Pensionati, Uisp.