Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto con cui viene attribuito il titolo di Viceministro al Sottosegretario di Stato presso il Mef, Maurizio Leo (nella foto), che tra le varie deleghe ricevute avrà competenza in materia tributaria e fiscale e si occuperà dell’attribuzione e della revoca di nomine e incarichi con riferimento al Dipartimento delle finanze, alle Agenzie fiscali e alle relative societa’ strumentali.

“1. All’on. Prof. Maurizio Leo – si legge nel decreto – sono delegate le competenze in materia tributaria e fiscale, con particolare riguardo alle funzioni attinenti all’area delle politiche fiscali e del sistema tributario, individuata dalla lettera d) dell’art. 24 del decreto legislativo n. 300 del 1999, e ai compiti previsti dalle disposizioni del capo II del titolo V del medesimo decreto. 2. L’on. Prof. Maurizio Leo e’ delegato a istruire e predisporre iniziative legislative di riforma del sistema fiscale. 3. Nell’ambito di cui al comma 1, la delega comprende: a) l’esercizio di tutti i poteri, inclusa la firma di atti e provvedimenti che sono a tal fine sottoposti all’on. prof. Maurizio Leo per il tramite dell’Ufficio di Gabinetto; b) la proposta al Ministro per l’attribuzione e la revoca di nomine e incarichi previsti dalle disposizioni vigenti con riferimento al Dipartimento delle finanze, alle Agenzie fiscali e alle relative societa’ strumentali. 4. Il potere di direttiva nelle materie delegate e’ esercitato dall’on. prof. Maurizio Leo in coerenza con il generale potere di direttiva attribuito al Ministro dell’economia e delle finanze e fermo restando quanto previsto dall’art. 1, della legge 23 aprile 1959, n. 189, l’on. prof. Maurizio Leo puo’ avvalersi, per tutti i poteri delegati, della Guardia di finanza. 5. All’on. prof. Maurizio Leo e’ attribuito il coordinamento delle attivita’ dei Sottosegretari di Stato cui sono delegati compiti in materia tributaria e fiscale. 6. Nell’espletamento delle funzioni delegate, ferma la partecipazione alle riunioni del Consiglio dei ministri ai sensi e nei limiti di cui all’art. 10 della legge 23 agosto 1988, n. 400, l’on. prof. Maurizio Leo puo’, d’intesa con il Ministro, rappresentare il Ministero nelle relazioni con gli altri Dicasteri, nelle attivita’ parlamentari e nei rapporti istituzionali, inclusi quelli con le regioni e le autonomie locali”.

Inoltre: “1. L’on. prof. Maurizio Leo tratta, nelle materie delegate, in coerenza con gli indirizzi specifici del Ministro, le questioni relative: a) all’attuazione del PNRR in materia di razionalizzazione delle spese fiscali e di riforma dell’ordinamento fiscale; b) ai rapporti con l’Ufficio parlamentare di bilancio (UPB)”.

Per consultare il documento integrale pubblicato in Gazzetta Ufficiale clicca qui.

Articolo precedenteLotteria degli Scontrini, estrazione settimanale del 17 novembre: ecco i codici vincenti
Articolo successivoPragmatic Play porta i suoi contenuti in diretta sulla piattaforma online di Technamin