Dal settore giochi e scommesse lo Stato conta di incassare oltre 15,9 miliardi di euro di entrate nel solo anno 2020. Sono le previsioni del Piano integrato Bilancio 2020-2022 redatto dal Mef.

 

Parte di queste entrate derivano dall’incremento del prelievo sulle vincite conseguite mediante gli apparecchi video lottery(VLT) e del diritto sulle vincite conseguite ai giochi numerici a totalizzatore nazionale e alle lotterie nazionali ad estrazione istantanea, con effetti complessivamente stimati in 296 milioni per il 2020 ed in 317 milioni a decorrere dal 2021.

7.836 miliardi, secondo le previsioni, verranno incassati a titolo di PREU

Per le entrate extra-tributarie, gli interventi principali riguardano:

– l’avvio, ed il successivo svolgimento nel corso del 2020-2021, della procedura di gara per l’affidamento delle concessioni in materia di apparecchi da divertimento e intrattenimento e di gioco a distanza, con la previsione di un versamento una-tantum corrispondente alla base d’asta, da effettuarsi in due rate di pari importo, pari a 909 milioni in ciascuno degli anni 2021 e 2022.