slot azzardo gioco

Anche a Mariano Comense (CO) arriva l’ordinanza anti slot. Limitati i tempi di accensione degli apparecchi con vincita in denaro. Questi, così come le sale gioco, dovranno rimanere spenti, o non esercitare l’attività, per sette ore al giorno.

Partendo dal fatto che «la diffusione degli apparecchi di gioco è uno dei principali fattori di rischio per l’emergere della dipendenza», si legge nell’ordinanza firmata dal sindaco Giovanni Marchisio, il Comune ha scelto di «intervenire a tutela della salute pubblica della popolazione, attraverso la limitazione degli orari di funzionamento degli apparecchi automatici da gioco». Dal dialogo con Confcommercio si è quindi arrivati a definire i nuovi intervalli di spegnimento delle slot.

Non più dalle 9 alle 13 e dalle 18 alle 23, come inizialmente condiviso dall’amministrazione insieme agli altri venticinque comuni: le slot machine, così come le sale gioco autorizzate, dovranno spegnere le proprie luci ogni mattino, dalle 6 alle 8, ancora nella fascia della pausa pranzo, dalle 13 alle 16 e, infine, nell’orario serale che va dalle 20 alle 23 tutti i giorni, compresi i festivi.

«Questo è un segno tangibile che la città si muove per arginare quella che è una piaga», spiega l’assessore alle Politiche sociali, Simone Conti.

Commenta su Facebook