Il Consiglio Regionale delle Marche ha approvato a maggioranza (contrari Pd, M5S e Rinasci Marche) la proposta di legge, ad iniziativa del consigliere Renzo Marinelli (Lega) e Presidente della Prima Commissione, che adegua e apporta modifiche a diverse norme regionali esistenti. Il provvedimento, relazionato in Aula dalle consigliere Chiara Biondi (Lega), per la maggioranza, e Marta Ruggeri (M5S) per la minoranza, interessa, con modifiche, alcune leggi regionali tra cui “Norme per la prevenzione e il trattamento del gioco d’azzardo patologico e della dipendenza da nuove tecnologie e social network”. Le diverse proposte emendative dei gruppi di minoranza sono state tutte respinte. Accolto invece un ordine del giorno del M5S per l’avvio di campagne di sensibilizzazione sul gioco patologico.

Di seguito la norma approvata:

Art. 8
(Proroga del termine previsto dall’articolo 16 della l.r. 3/2017)


La disposizione stabilisce una proroga del termine fissato dal comma 4 dellarticolo 16 della legge regionale 7 febbraio 2017, n. 3 (Norme per la prevenzione e il trattamento del gioco dazzardo patologico e della dipendenza da nuove tecnologie e social network). Tale comma ha previsto, per gli esercizi autorizzati alla pratica del gioco o all’installazione di apparecchi da gioco, il termine del 30 novembre 2021, per adeguarsi allobbligo delle distanze da istituti universitari, da scuole di ogni ordine e grado, con esclusione delle scuole dell’infanzia, da istituti di credito e sportelli bancomat, da uffici postali, da esercizi di acquisto e vendita di oggetti preziosi ed oro usati o da altri luoghi sensibili quelli in cui sono ubicate strutture per minori, giovani ed anziani individuati dai Comuni.

Inizialmente la pdl della Lega proponeva di spostare il termine ultimo per l’adeguamento alla legge al 31 luglio 2023, successivamente, in fase di esame della Commissione, il testo approvato dalla stessa fissa la scadenza al 31 luglio 2023.