“Occorre valutare l’opportunità di sopprimere il comma 4 dell’articolo 92: esso, nel demandare a un decreto del Ministro dell’economia e delle finanze la definizione della distribuzione dell’offerta territoriale in materia di gioco d’azzardo, si pone in conflitto con la legislazione regionale che allo stato regolamenta tale distribuzione nel perimetro delle competenze costituzionalmente attribuite alle regioni in materia di tutela della salute”.

E’ quanto si legge nel Rapporto della Commissione Sanità del Senato sullo stato di previsione del Ministero della salute (Tabella 14) e sulle parti corrispondenti del disegno di legge di Bilancio.