Da lotto, lotterie ed altre attività di gioco si prevedono entrate erariali pari a 16,438 miliardi di euro nel 2020, 16,566 miliardi nel 2021 e 16,638 miliardi nel 2022.

Lo riferisce la Nota di variazioni al Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022 presentata dal Ministro dell’economia e delle finanze Roberto Gualtieri al Senato.

Dalle vincite sui giochi e lotterie si prevedono di incassare 15,275 miliardi nel 2020, 14,215 miliardi nel 2021 e nel 2022. Dagli aggi su giochi e lotterie si prevede di incassare 3,129 miliardi nel 2020, 2,856 miliardi nel 2021 e 2,856 miliardi nel 2022. Per quanto riguarda il contenzioso in materia di giochi e lotterie e restituzione delle cauzioni, si prevedono 260,5 milioni di euro nel 2020, 260 milioni nel 2021 e 269 milioni nel 2022. In merito al controllo, accertamento e riscossione delle imposte sulla circolazione delle merci, garanzia della sicurezza sui giochi e controllo sulla produzione e vendita dei tabacchi, svolte dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli previsti 898,4 milioni nel 2020, 898,5 milioni nel 2021 e 895,6 milioni nel 2022. Dalle vincite su scommesse ippiche previsti 458 milioni sia per il 2020, che per il 2021 e 2022. Dagli aggi sulle scommesse ippiche previsti 72 milioni per il 2020, per il 2021 e per il 2022.