Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “L’entità della manovra è pari allo 0,2 per cento del PIL, cioè 3,1 miliardi di euro che – come abbiamo letto – sono rappresentati da ben 2,8 miliardi di euro di maggiori entrate e da 0,3 miliardi di euro di tagli alle spese. Si vanno a recuperare i soldi nelle tasche dei cittadini e delle imprese, colpendo dunque l’economia reale e la gravissima situazione economico-sociale, che oramai nel Paese vige da troppo tempo”.

Così in Aula il senatore Paolo Arrigoni (LN-Aut) durante la discussione sulla Manovra Correttiva.

“Lo fate tagliando i servizi ed estendendo lo split payment, creando ulteriori problemi di liquidità alle imprese che lavorano per la pubblica amministrazione e che stanno ancora aspettando i pagamenti promessi da Renzi. Lo fate tagliando gli investimenti; lo fate con ulteriori tagli agli enti locali; lo fate aumentando le accise sui tabacchi e sul prelievo erariale unico sui giochi, di cui peraltro diminuite il pay out, ovvero la percentuale di vincita. Lo fate in tanti altri modi, sino ad arrivare alla cifra di 3 miliardi e 100 milioni di euro richiesta dall’Europa” spiega Arrigoni.

Commenta su Facebook