Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Buona parte (delle entrate della manovra correttiva, ndr) verrà dal prossimo recupero di evasione, terreno sul quale stiamo ottenendo risultati notevoli. Niente aumenti di Iva ed escluderei anche la benzina. Sui giochi vedremo. Ma tenteremo anche di ottenere qualcosa in più dalla spending review. Per esempio con la razionalizzazione delle partecipate locali”.

E’ quanto afferma il sottosegretario all’Economia con delega ai giochi, Pier Paolo Baretta, nella sua intervista al quotidiano La Repubblica. In merito alle pressioni che il governo italiano ha ricevuto da Bruxelles sui conti pubblici, Baretta evidenzia che “la Commissione europea segnala che molte cose non vanno come dovrebbero nel nostro Paese, ma ci dà anche più tempo per delineare la manovra da 3,4 miliardi che ci siamo impegnati a realizzare. Entro aprile, tuttavia, il governo presenterà misure che abbasseranno il deficit senza però invertire la rotta espansiva fin qui seguita e farà di tutto per non aumentare la pressione fiscale”.

Commenta su Facebook