Nell’ambito dell’esame della legge di bilancio è stato dichiarato inammissibile per materia in V Commissione al Senato il subemendamento a firma Nannicini (Pd) al subementamento 17.1000/2000.

Nannicini

Al capoverso «Art. 93», dopo il comma 5, aggiungere il seguente:

«5-bis. All’articolo 1, comma 838, lettera c), della legge 27 dicembre 2013, n. 147, le parole ”successivamente al termine del 31 dicembre 2016”, sono soppresse».

Tutti i restanti emendamenti e subemendamenti sono stati ritirati, respinti oppure dichiarati assorbiti, preclusi o decaduti. La V Commissione ha convenuto che si intendono respinti tecnicamente, ai fini della ripresentazione in Assemblea, i restanti emendamenti segnalati dai Gruppi che non siano stati posti in votazione ovvero ritirati o dichiarati assorbiti, preclusi o decaduti. Si intendono altresì respinti tecnicamente, ai fini della ripresentazione in Assemblea, gli emendamenti non segnalati dai Gruppi parlamentari. Gli ordini del giorno presentati nel corso delle sedute si intendono accolti come raccomandazione. La Commissione ha quindi conferito il mandato ai relatori a riferire favorevolmente all’Assemblea sul disegno di legge di bilancio 2020, come modificato dalla Commissione, autorizzandoli a chiedere di poter riferire oralmente e ad apportare le modifiche di coordinamento formale che si rendessero necessarie. La senatrice Rivolta e il senatore Damiani svolgeranno il ruolo di relatori di minoranza per l’esame in Assemblea.