I lavori della Commissione Bilancio della Camera si fermano alla votazione degli emendamenti all’articolo 79 della Manovra di Bilancio per il 2019.

La seduta si è aperta con la richiesta di tutte le opposizioni di avere spiegazioni dal governo sull’andamento della trattativa con la Ue e sulle modifiche al deficit per evitare la procedura di infrazione. Alle 19.00 è stata programmata l’audizione del Ministro Tria.

La Commissione ha quindi aggiornato i testi della riunione con la modifica del provvedimento a seguito dell’approvazione dell’emendamento Cinque Stelle che introduce misure di prevenzione del disturbo da gioco d’azzardo.

Introduce l’articolo 42 bis,che reca disposizioni in materia di prevenzione del disturbo da
gioco d’azzardo.
Si prevede in primo luogo che, a decorrere dal 1° luglio 2019, l’Agenzia delle dogane e dei
monopoli mette a disposizione gli orari di funzionamento degli apparecchi da gioco (videolottery e new slot), per consentire agli enti locali di monitorarne il rispetto e irrogare le
relative sanzioni; si demanda l’attuazione della norma a un provvedimento del direttore
dell’Agenzia delle dogane (comma 1, lettera a)).
Si chiarisce che le regole tecniche di produzione degli apparecchi che consentono il gioco da
remoto devono prevedere la memorizzazione, conservazione e trasmissione dell’orario di
funzionamento (comma 1, lettera b)).
Si attribuisce alla riforma complessiva in materia di giochi pubblici, prevista dal decreto legge n.87 del 2018 (cd. decreto dignità), il compito di definire criteri omogenei sul territorio nazionale per la distribuzione e gli orari degli esercizi che offrono gioco pubblico, al fine di monitorarne in via telematica il rispetto dei limiti definiti (comma 2).
Ai sensi del comma 3, agli oneri previsti dall’articolo, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli fa fronte con risorse proprie.
Commenta su Facebook