Archiviato il primo passo verso la Manovra 2020, il Sottosegretario all’Economia e alle Finanze Pier Paolo Baretta, dalle colonne di Avvenire (intervistato da Nicola Pini) commenta i punti cruciali del documento comprese le misure sul gioco d’azzardo,  che l’Esecutivo si appresta a presentare al Parlamento.

Tra le principali misure, i ‘benefici’ in favore delle famiglie, per le quali verranno stanziati 600 milioni in più nel 2020 (confermati gli 1,3 miliardi di fondo previsti per lo stesso anno che riguardano le principali misure destinate a famiglia e natalità già in vigore), che cresceranno nel 2021 (1,044 milioni) e nel 2022 (1,244 milioni), per un totale di 2,5 miliardi da destinare ad asili nido, nascite, bonus bebè e altre forme di sostegno ai nuclei familiari.

Circa il capitolo ‘tasse’ (non proprio irrilevante) Baretta precisa che ‘non si tratta di tasse sul reddito, ma mirate. Quella sulla plastica orienta l’approccio complessivo del governo che punta sulla sostenibilità ambientale. Poi c’è il prelievo sui giochi e i tabacchi’. Il sottosegretario spiega anche che si tratta di tasse ‘orientate’ , il cui scopo è modificare i comportamenti..