L’aumento della tassa sulla fortuna, e nello specifico l’incremento dell’imposta sulle vincite al GrattaeVinci e Giochi numerici a totalizzatore, porterà nelle casse dello Stato almeno 960 milioni di euro.

Si tratta della previsione del Governo sugli effetti della norma contenuta in un emendamento alla legge di Bilancio presentato dal Governo nella serata di ieri.

Per quanto riguarda le vincite sui Giochi numerici a totalizzatore e sulle lotteria istantanee, il gettito registrato nel 2018 è stato infatti  pari a 80 Ml€; aumentando l’aliquota dal 12% al 20% si otterrebbe un incremento di gettito pari a 53 Ml€ (per tali giochi, nel 2019 è stato registrato un aumento della Raccolta, pari ad oltre il 18% per i Giochi numerici e del 2% per le lotteria istantanee; pertanto, considerando che i dati assunti sono quelli del 2018, eventuali riduzioni di gioco per effetto dell’aumento del prelievo si stima saranno assorbite da tali incrementi). Considerato che la modifica parte dal 1 marzo 2020, il maggior gettito stimato per tale annualità è di 44 Ml€

In totale, dall’aumento della tassazione sulle vincite l’incremento di gettito sarebbe pari a:

2020 + 355,7 + 73 + 44 = 472,7 Ml€

2021e ss. +362 + 72 + 53 = 487 Ml€