“Voi siete di fatto chiusi da un anno a fronte di ristori e indennizzi inesistenti o quasi. E’ una vergogna, con questi provvedimenti stanno brindando le mafie. Quanto tempo ancora il ministro Speranza vuol far brindare le bische clandestine e il gioco illegale? Abbiamo presentato una mozione in Senato dove chiediamo immediatamente che si possano riaprire in sicurezza tutte le attività. Il nostro Paese ha bisogno di vivere”. Lo ha detto il senatore Andrea de Bertoldi (FdI) alla manifestazione degli operatori del gioco tenutasi oggi in piazza Montecitorio a Roma.

“Con le banche ci siamo mossi da oltre un mese per capire perchè realtà che hanno concessioni statali incontrino purtroppo grandi difficoltà nel mondo bancario. Abbiamo convocato l’ABI per chiedergli riscontro. Abbiamo avuto risposte parzialmente condivisibili. Sicuramente la normativa è complessa e le responsabilità non sono ben circoscritte per questo bisogna coinvolgere anche la Banca d’Italia. La prossima settimana audiremo tre importanti istituti di credito per sapere direttamente da loro le ragioni che portano alla chiusura dei vostri conti. Punteremo poi a una semplificazione che faciliti il vostro rapporto con le banche”.

E’ quindi intervenuto il deputato di Forza Italia, Mauro D’Attis: “Uno Stato che non difende il gioco legale sapendo che ad approfittarne è la criminalità rischia di essere connivente con essa e io non posso fare finta di non vedere. Si deve attuare il riordino del settore, c’è da lottare contro un muro non solo di gomma, a volte è addirittura di cemento armato. I ministri di Forza Italia sanno come molti di noi la pensano, sanno che la nostra richiesta va a difesa della legalità, delle entrate dello Stato e dei posti di lavoro. Con protocolli seri il gioco legale può essere riaperto al più presto. Questo settore è il primo che è stato chiuso e l’ultimo ad essere riaperto”.